Skip to Main Content
Immagine di copertina

Game of Thrones: i libri sono più belli della serie

Di Edoardo Rialti • luglio 19, 2019

"Potrebbe rivelarsi un classico". Sono le parole con cui C. S. Lewis - che avrebbe poi ottenuto fama mondiale con Le Lettere di Berlicche e Le Cronache di Narnia - concludeva la sua recensione de Lo Hobbit dell’amico J. R. R. Tolkien. Correva l’anno 1937 e tale previsione si è rivelata corretta, per difetto. 60 anni dopo, dall’altra parte dell’oceano, uno scrittore e sceneggiatore televisivo, cresciuto proprio a pane e Terra di Mezzo, sarebbe stato definito “il Tolkien d’America” da Marion Zimmer Bradley, l’autrice de Le Nebbie di Avalon (meritoriamente ripubblicato in Italia nel 2018). Per quelle misteriose staffette dell’immaginazione che costellano la storia della letteratura, fu proprio mentre G. R. R. Martin stava lavorando a un fantasy intitolato Avalon che egli “vide” i cuccioli di meta-lupo misteriosamente rinvenuti che innescarono l’intero cosmo narrativo di A Song of Ice and Fire, oggi più noto come Game of Thrones, grazie all’immensa cassa di risonanza della serie tv.

La versione HBO è giunta ormai a conclusione tra dibattiti e polemiche che non hanno affatto smorzato il suo successo mondiale, complice la circostanza più unica che rara di un adattamento che precede l’adattato. The Winds of Winter e A Dream of Spring, volumi conclusivi della saga, infatti sono ormai assurti a libri più attesi della storia dell’editoria contemporanea. Nell’attesa di scoprire se, anche nel disegno narrativo originale di Martin, Jon Snow riaprirà gli occhio dopo essere scivolato nelle acque scure della morte, e Daenerys Targaryen sarà l’ultima persona a sfiorare le lame del Trono di Spade, il mozartiano catalogo delle storie di Westeros è questo:

VOLUME 1 - "Un Gioco di Troni" di George R.R. Martin

In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Sul Trono di Spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon.

Visualizza libro

Al pari del corteo reale che giunge a Grande Inverno, anche questo primo volume è un pageant, una sorta di lunga sfilata di personaggi e ambientazioni, dove l’eco di quanto avvenuto si rivela il seme di quanto avverrà. Ma è anche una duplice inchiesta poliziesca, se non addirittura un noir alla Ellroy, sulla morte improvvisa di un ministro e su chi abbia cercato di uccidere un bambino. Il nobile Ned Stark e la sua famiglia sono coinvolti nelle prime avvisaglie della crisi che scuote il potere della monarchia Baratheon-Lannister, e nei suoi inconfessabili segreti. Il bastardo Jon Snow inizia il proprio apprendistato alla gelida Barriera, oltre la quale giungono inquietanti segnali, mentre il nano Tyrion viene accusato (a ragione o torto?) di aver complottato per seminare il contrasto e forse la guerra.

Dall’altra parte del mare, l’esule Daenerys Targaryen, data in sposo a un signore della guerra del mare d’erba, scopre in sé una forza che neppure sospettava. Ghiaccio e fuoco si stanno risvegliando. È un libro che sembra costruito a cerchio, ma in realtà si svolge sapientemente a spirale, che si apre con il ritrovamento di cuccioli leggendari e si chiude con la nascita di altri cuccioli persino più leggendari ancora, che inizia con una decapitazione inflitta e termina con una decapitazione subita.

VOLUME 2 - "Uno Scontro di Re" di George R.R. Martin

Nel cielo dei Sette Regni, travolti da una guerra devastatrice, compare una cometa dal sinistro colore di sangue. È l'ennesimo segno di immani catastrofi che si stanno preparando?

Visualizza libro

Le pedine si muovono, su una scacchiera con ben cinque re, e molteplici regine ed alfieri. La prospettiva si allarga e approfondisce. Renly e Stannis Baratheon combattono al tempo stesso tra di loro e contro il nipote Joffrey. Robb Stark ha dichiarato l’indipendenza del Nord e i predoni del mare Greyjoy attaccano improvvisamente la terraferma. Tyrion Lannister deve amministrare una capitale sull’orlo della guerra mentre Arya Stark cerca di sopravvivere con un’identità fittizia, sotto lo stesso tetto del nemico che la bracca. Sansa Stark formalmente vive la vita che ha sempre sognato, ma nella realtà è prigioniera di un incubo. Jon Snow, per comprendere meglio la portata della minaccia dei leggendari Estranei e la loro armata di non-morti, accetta di “tradire” i Guardiani della Notte. Le ambizioni, il coraggio generoso e le cecità di tutti convergeranno verso la grande Battaglia delle Acque Nere.

VOLUME 3 - "Una Tempesta di Spade" di George R.R. Martin

Dopo la morte di re Renly Baratheon gli avversari che si contendono il Trono di Spade sono ridotti a quattro. Il gioco di alleanze, inganni e tradimenti si fa sempre più spietato, sempre più labirintico, e l'ambizione dei contendenti non ha limite.

Visualizza libro

La guerra dilaga come una bufera Vecchi nemici si alleano e antiche fedeltà sono spezzate dal tradimento. Questo volume comprende due micidiali banchetti nuziali, la prodigiosa ascesa politica e militare di Daenerys Targaryen, capace sempre di ribaltare le impostazioni previe che sembrano aver già incasellato il mondo in schiavi e padroni, così come l’ascesa del tutto fisica di Jon Snow sulla parete ghiacciata della Barriera, al fianco dei Bruti che doveva spiare e che invece ha iniziato a rispettare e persino amare. Tyrion Lannister affronta un processo per omicidio che in realtà coinvolge e riassume tutta la sua esistenza passata. Deciderà di mettervi la parola fine con due scelte sconvolgenti. Per lui e tutto il reame.

VOLUME 4 - "Un Banchetto per i Corvi" di George R.R. Martin

In spettrali campi di battaglia e tetre fortezze in rovina, fra città tramutate in cimiteri e terre ridotte a ossari, la spaventosa guerra dei cinque re volge ormai al termine.

Visualizza libro

Gli uccelli scendono davvero a banchettare sul desco sanguinoso apparecchiato nel libro precedente. Predatori animali e umani. Prosegue il viaggio iniziatico di Arya tra gli assassini di Bravoos, come una Cenerentola assolutamente sui generis che a sua volta impari a diventare una fata dispensatrice di morte. Brienne di Tarth e Jaime Lannister, la guerriera sgraziata e il nobile spergiuro, si rivelano sempre più le due facce dell’autentico cavaliere. Il Casato Greyjoy vede il trionfo di Euron Occhio di Corvo sulla nipote Asha e il fratello Victarion, che tuttavia rimane determinato a prendersi Daenerys e i suoi draghi. A Dorne si dibatte su come reagire al detestato dominio dei Lannister, mentre a Nido dell’Aquila Sansa Stark deve decidere se restare una pedina indifesa o imparare le regole crudeli del gioco del trono. Ad Approdo del Re, Cersei Lannister pare inizialmente essersi disfatta degli odiati Tyrell. Ma la sua alleanza col rinato Credo Militante comporterà un prezzo spaventoso.

VOLUME 5 - "Una Danza con i Draghi" di George R.R. Martin

La "vittoria" del leone dei Lannister ha lasciato un'interminabile scia di sangue...

Visualizza libro

Lasciata la capitale e le regioni centrali, scopriamo cosa stava succedendo in quello stesso momento a Nord e Sud. Assistiamo alle difficoltà incontrate da due leader così diversi e così affini come Jon Snow e Daenerys nel governare rispettivamente i Guardiani della Notte e la contrastata accoglienza dei Bruti, e le città orientali liberate dalla schiavitù, ma insidiate dai sicari dei Figli dell’Arpia. Molti convergono verso la fiabesca regina Targaryen dai capelli argentati e occhi viola, per insidiarla, corteggiarla, aiutarla, dal giovane principe Martell all’esiliato Jorah Mormont, al nano più famigerato dei Sette Regni, il parricida Tyrion Lannister. I draghi di Daenerys sono ormai grandi abbastanza da palesare quanto sia pericoloso danzare con loro, e le pagine che li riguardano dimostrano che Martin non ci ha fatto attendere invano, visto che si è tentati di leggerle a distanza di tutto un braccio, per tenersi lontani dai morsi. E dalle fiamme. Da otto anni, gli appassionati di tutto il mondo sono ancora sulla soglia buia che pare inghiottire l’ultima pagina, con una coltellata che coinvolge tanto Jon Snow che il lettore stesso. Su quale paesaggio riapriremo gli occhi?

Il Cavaliere dei Sette Regni di George R.R. Martin

Westeros, novant'anni prima degli avvenimenti narrati nelle "Cronache del Ghiaccio e del Fuoco".

Visualizza libro

Le ambages pulcerrime (come Dante definiva le avventure arturiane) d’una strana coppia composta da vecchio cavaliere errante e un giovane scudiero dalla testa rasata e la lingua audace, che cela un’identità sconvolgente per il futuro del reame. Tra imboscate, congiure, taverne e duelli che ricordano Malory e Leiber, vi percorriamo lo stesso mondo che, 90 anni dopo, conoscerà gli eventi dei romanzi principali, così come alcuni avi dei loro protagonisti.

Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco di George R.R. Martin

Se il passato è il prologo, allora l'opera primaria di George R.R. Martin - la più innovativa e formidabile saga fantasy del nostro tempo - necessita di una introduzione ugualmente formidabile.

Visualizza libro

Il legendarium martiniano, ripercorso e compendiato dall’ ipotetico calamo di un Maestro della Cittadella, tra le Appendici di Tolkien e un immenso manuale da gioco di ruolo (Martin non se ne offenderebbe affatto, da master consumato). Dalle sinistre leggende della Lunga Notte alla guerra dell’Usurpatore Robert Baratheon, dalle imprese degli Eroi ai costumi esotici di Essos.

Fuoco e sangue di George R.R. Martin

L'emozionante storia dei Targaryen prende vita in questa opera magistrale dall'autore de "Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco", che ha ispirato la serie HBO "Game of Thrones".

Visualizza libro

È invece Maestro Gyldayn a narrare le glorie e le disfatte di Casa Targaryen, la stirpe di Cavalca-Draghi che ha unito i Sette Regni e governato dal Trono di Spade, forgiato dalla loro conquista. Dai fuochi dell’immane Disastro di Valyria al mondo incenerito dalla Danza dei Draghi, la spaventosa guerra fratricida che vide Targaryen contro Targaryen, drago contro drago. Un vasto e dettagliato affresco storico e dinastico, che comprende monarchi illuminati e despoti sanguinari, regine innovatrici e vedove reggenti desiderose di bagnarsi nel sangue dei propri nemici, consiglieri capaci e avventurieri, banchieri e prostitute, accenni inquietanti di magia nera e le follie del fanatismo religioso, concili e complotti, amori eterni e cinici voltafaccia. Tra l’impero romano raccontato da Gibbon e le biografie dei Plantagenti che ispirarono Shakespeare, vi incontriamo anche tre uova di drago destinate a schiudersi in una pira che i lettori e spettatori di Game of Thrones conoscono assai bene….

Edoardo Rialti (1982) è critico letterario presso "Il Foglio" e "L'Indiscreto" e traduttore per Mondadori, Rizzoli, Marietti, Lindau. Ha curato e tradotto opere di G. R. R. Martin, P. Brown, J. Abercrombie, W. Shakespeare e O. Wilde, ed è autore delle biografie letterarie di J. R. R. Tolkien, C. S. Lewis, G. K. Chessteron e C. Hitchens.

Segui la pagina @kobobooks su Instagram

Starfield Library is located in the largest underground shopping centre in Asia. With over 50,000 titles, the library includes books, magazines, and iPads for digital reading. Off to Seoul we go 🇰🇷✈️ #thekobolife (📷 @kaetch) Tech essentials when backpacking: 
selfie stick ✔️ travel adapter ✔️
laptop ✔️
Kobo ✔️ (📷 @kampui) PORTRAIT OF A READER with @lisa.marie.holmes📚 ⁠
Kobo User Since: 2016⁠
"It was Diana Gabaldon's OUTLANDER series that made me fall in love with reading." ⁠What are Lisa's book recommendations? Link in bio #thekobolife #portraitofareader (📷 @tedbelton)⁠

Hai bisogno di contattarci?

Richieste e assistenza clienti Richieste media

If you would like to be the first to know about bookish blogs, please subscribe. We promise to provided only relevant articles.